Consorzio per la salvaguardia dei castelli storici del Friuli Venezia Giulia
Motore di ricerca
×

Udine

  • Abbazia di Moggio Udinese

    Tra il 1084 e il 1085 Cacellino, conte palatino di Carintia, dona tutti i suoi beni al patriarca aquileiese, con la clausola di edificare un convento di monaci benedettini sul colle di Moggio, al posto...

  • Abbazia di Rosazzo (Corno di Rosazzo)

    Probabilmente il monastero venne istituito dal patriarca Sigeardo tra il 1068 e il 1077, forse su un precedente romitorio secondo la tradizione fondato da un eremita agli inizî del secolo IX. L'abbazia...

  • Borgo di Santa Margherita del Gruagno (Moruzzo)

    Sede di un'arimannia langobarda, forse a controllo dell'importante via Cividina che partiva da Cividale per congiungersi nei pressi di Fagagna con la strada per Concordia, probabilmente transitante nei...

  • Casaforte d’Attimis-Maniago (Buttrio)

    Già abitata nel 1300, quando svolgeva funzioni di difesa avanzata del castello di Buttrio come testimoniano la torretta con feritoie e la struttura a “casa forte” nella sua parte centrale,...

  • Casa Fortificata del Bergum (Povoletto)

    Probabilmente il sito sul quale sorge la casaforte del Bergum è lo stesso citato in un documento del 1275 e chiamato "Bergogna". Posto nella vasta pianura compresa tra Remanzacco e Campeglio,...

  • Casa Fortificata di Belvedere di Torre (Povoletto)

    Nel 1467 Girolamo di Partistagno decide di edificare una residenza di campagna, scegliendo il ridente sito dall'eloquente nome di Belvedere, presso il torrente Torre. La casaforte si presenta ancora, nonostante...

  • Casa Fortificata di Sdricca (Manzano)

    Le ricerche finora svolte sulla casaforte di Sdricca, nelle pertinenze di Manzano, hanno una matrice comune: il fatto che l'edificio ha origini molto antiche. Lo studioso Peruzzi ritiene che potrebbe...

  • Casa Fortificata La Brunelde (Fagagna)

    Il fortilizio della Brunelde, sorto su preesistenze preromane (IV-III sec. a.C) è nominato già nel 1208 in un elenco di beni feudali dei conti d’Arcano, marescalchi e confalonieri del patriarca...

  • Casa Fortificata Pavona di Leonacco (Tricesimo)

    La casaforte, ubicata tra le frazioni di Leonacco e di Luseriacco, risale probabilmente al secolo XV e appartenne ai nobili Pavona, famiglia proveniente dal bresciano e della quale esiste ancora lo stemma...

  • Castelli di Forni di Sopra e di Sotto

    La storia di Forni di Sopra, appare strettamente legata a quella di Forni di Sotto. Un primo riferimento alla località, abitata anche in tempo romano, giunge da un atto di donazione: nel 778 Massello,...

  • Castelliere di Lauco

    Secondo il Miotti in riferimento a Lauco non possiamo per certo parlare di un sito storico sede di un antico castello bensì di un castelliere, cioè di opere di difesa, piuttosto antiche, che a diversi...

  • Castello di Ahrensperg (Pulfero)

    Il castello di Ahrensperg si trova in località Bijarči/Biacis in comune di Podbonèsec/Pulfero in provincia di Udine, Friûl/Friuli. Latitudine: 46.148072 (46° 8' 53.06'' N) Longitudine: 13.482175...

  • Castello di Albana (Prepotto)

    Costruito in epoca imprecisata a difesa della valle dello Judrio, il castello viene citato per la prima volta nel 1161 "in villa qui dicitur Albana". Nell' anno 1185 il maniero e le sue pertinenze...

  • Castello di Arcano (Rive d'Arcano)

    Il castello d'Arcano superiore sorgeva in origine nei pressi della chiesetta di San Mauro, sulle rive del Corno, edificato sulle rovine d'una villa rustica romana. In epoca imprecisata fu riedificato...

  • Castello di Artegna

    Già in periodo romano imperiale, sul colle di S. Martino pare dovesse sorgere un insediamento fortificato a controllo della Via Iulia Augusta e Paolo Diacono cita la rocca quale riparo degli Arimanni...

  • Castello di Attimis

    Citato per la prima volta nel 1106: "castrum jacet [...] ad locum qui dicitur Attems", il maniero superiore appartenne dapprima ai marchesi di Moosburg, poi a Bertoldo vescovo di Salisburgo che in séguito...

  • Castello di Brazzacco superiore (Moruzzo)

    Il castello sorge all'estremità nord dell'abitato di Brazzacco, tra le località di Pagnacco e Moruzzo. Esso rappresenta uno dei pochi elementi di architettura fortificata in Friuli che non abbia subito...

  • Castello di Buja

    Probabile sede d'un villaggio neolitico, poi d'un castelliere e quindi dello strategico "Castrum Buga" di epoca romana, la località chiamata "Boga" è documentata per la prima volta nel 792. In quell'anno,...

  • Castello di Buttrio

    Del Castello di Buttrio si hanno notizie sin dal 1139 e si può supporre fosse già eretto nell’XI secolo, vista la posizione strategica. Dalla sommità della collina Pampinutta domina pianura e...

  • Castello di Caporiacco (Colloredo di Monte Albano)

    Da alcune citazioni del 1112, 1139 e 1166, sappiamo che i Caporiacco erano nel secolo XII forniti d'autorità e di giurisdizioni civili e criminali. Dal 1219 preposti, oltre che a Caporiacco, alle due...

  • Castello di Cassacco

    Dall'analisi della muratura di parte del castello, è quasi sicura la sua appartenenza ad epoca tardo-antica. Le prime notizie sul fortilizio risalgono comunque al 1202 allorché è ricordata una sosta...

  • Castello di Cergneu (Nimis)

    Sorto forse su una precedente difesa romana, nel 1170 il castello fu donato al patriarca d'Aquileia da Voldarico marchese di Toscana. Nel secolo successivo, la giurisdizione passò ai signori di Savorgnano:...

  • Castello di Colle Mazeit (Verzegnis)

    Dai resti murari ancora in piedi entro un cerchio di quasi un chilometro si può dedurre che fosse uno dei centri fortificati più importanti della Carnia. Gli avanzi si trovano lungo le pendici e sulla...

  • Castello di Colloredo di Monte Albano

    Il 4 dicembre del 1302 il patriarca d'Aquileia Ottobono de' Razzi dava facoltà al barone Guglielmo di Waldsee, visconte di Mels, xxxcavaliere di antica stirpe sveva, di costruire un nuovo castello...

  • Castello di Cucagna (Faedis)

    In un documento datato 1186, Warnero (o Guarnero), che nel 1166 era detto di Faedis, si firma con il predicato di Cucagna. E' quindi probabile che nel corso di quel ventennio questo feudatario abbia avuto...

  • Castello di Flagogna (Forgaria)

    Il Castelvecchio di Flagogna era compreso nel marchesato d'Attems ed è di probabile origine langobarda. Esso fu testimone di un avvicendarsi di diversi casati fino a che divenne interamente dominio dei...

  • Castello di Fontanabona (Pagnacco)

    Il nome fa riferimento alla sorgente ancora attiva che sgorga nella piazzetta del paese, dove ora è posta una vera da pozzo. Le origini del castello risalgono probabilmente al secolo X  e già nel 1196...

  • Castello di Fusea (Tolmezzo)

    Anche per questo sito archeologico purtroppo, non siamo suffragati nella nostra indagine da alcuna notizia storica certa relativa alla nascita di questo fortilizio o del casato che lo ha abitato nei secoli....

  • Castello di Gemona

    Sicuramente già abitata nell'antichità, Gemona fu sede di arimannia in epoca langobarda e come tale è ricordata nel 611. Citata in un documento di Ottone III del 1001, a partire dal XII secolo la cittadina...

  • Castello di Gronumbergo (Cividale)

    Il sito ospitò fin da epoca romana una specola a custodia della valle del Natisone, sulla strada che conduceva a Forum Iulii (Cividale), mantenendo la stessa valenza di controllo anche nelle epoche successive....

  • Castello di Invillino (Villa Santina)

    L'importanza di questo sito archeologico si riscontra già in epoca molto remota, infatti «Gisulfo II, terzo duca longobardo del Friuli, disponeva nel 610 il rafforzamento di alcuni castra fra Isonzo...

  • Castello di Manzano

    Oppostisi nel 1431 alla repubblica di Venezia, i signori di Manzano riuscirono ad ottenerne l'indulgenza per l'intercessione della comunità di Cividale, ma la Serenissima ordinò ugualmenete la distruzione...

  • Castello di Moruzzo

    Retto in origine da consorti dipendenti dal gastaldo patriarcale di Fagagna, nel Duecento parte del castello viene infeudata ad Odarlico di Tricano (Arcano), capostipite del ramo che in breve, avuta la...

  • Castello di Partistagno (Attimis)

    Il sito risulta nominato dalla fine del secolo XI ma è certo che fin dalla romanità ospitasse un'opera munita d'una certa importanza visto la presenza di un vallo a protezione, d'una torre in pietra...

  • Castello di Prampero (Magnano in Riviera)

    Nel 1025 il patriarca di Aquileia Popone, a supporto della politica di espansione pacifica del Sacro Romano Impero che anche in Friuli mirava a rinnovare i fasti agricoli e commerciali tardoantichi, diede...

  • Castello di Ragogna

    L'altura sulla quale sorge il complesso fortificato del castello superiore con l'antica pieve di San Pietro ha offerto fin dall'antichità un riparo naturale, facilmente difendibile. Questa altura, sede...

  • Castello di Raveo (Cuel Budin di Raveo)

    Posto in cima al Cuel Budin , i resti del castello di Raveo oggi, purtroppo, non ci danno molte indicazioni su come doveva configurarsi un tempo questo complesso difensivo. Salendo sul dorso settentrionale...

  • Castello di Ravistagno (Montenars)

    Anche se le prime notizie risalgono alla metà del secolo XIII, il toponimo tedesco Ravestein, "rupe dei corvi", indicherebbe un'origine forse ottoniana. Dopo varî passaggi di proprietà, nel 1287 il...

  • Castello di Saciletto (Ruda)

    Documentato almeno dal 1274 come "Castrum Zazilet", ma con ogni probabilità molto più antico, il castello di Saciletto, posto a controllo dell'antica via che da Aquileia conduceva a Cividale, per la...

  • Castello di Sant'Anna (Spessa di Cividale d.F.)

    La cortina, in origine di forma rettangolare, sorge sulla sommità d'un colle a nord dell'abitato di Spessa, presso Cividale, immersa in un paesaggio collinare di grande bellezza, costellato di prati,...

  • Castello di Savorgnano (Povoletto)

    Costruito nel 921 per concessione dell'imperatore Berengario, il castello di Savorgnano si ergeva sulla sommità d'un colle sul cui pendio sussistono i resti d'una muraglia a sostegno del terrapieno difensivo...

  • Castello di Soffumbergo (Faedis)

    Probabilmente fortificato già in epoca tardo-antica e forse utilizzato dai Langobardi, fu per certo sede di una cappella al tempo dei Sassoni. Nell'anno 1025 risulta essere dominio del patriarca,  cui...

  • Castello di Sterpo (Bertiolo)

    Probabilmente edificato anteriormente al secolo XIV, il castello, già infeudato a Detalmo e Asquino di Varmo, venne venduto nel dicembre del 1335 a Martino della Torre. Due anni più tardi, in seguito...

  • Castello di Strassoldo di sopra (Cervignano del Fr.)

    Secondo la tradizione, Strassoldo venne costruito in epoca ottoniana per contrastare le scorrerie degli Ungari ma è probabile che le origini del complesso siano langobarde, baluardo contro la pericolosa...

  • Castello di Strassoldo di sotto (Cervignano del Fr.)

    Al castello di sotto si accede superata la caratteristica pusterla secentesca cuspidata in cotto, che introduce al gironutto e comprende alcuni rustici e la chiesetta di San Marco, probabilmente costruita...

  • Castello di Susans (Majano)

    Probabile sede di un catrum romano, in séguito strategico fortilizio medievale, il castello di Susans viene citato per la prima volta nell'anno 1031 come "villa de Suzan". Già soggetto alla Chiesa d'Aquileia,...

  • Castello di Tarcento

    Il sito ospitò due castelli: quello superiore, detto di San Lorenzo, e quello inferiore, di Coia, del quale sussistono i resti d'un torrione. Probabilmente quello superiore ebbe origine da una torre d'avvistamento...

  • Castello di Tricesimo

    L'abitato di Tricesimo, nel nome , ricorda un insediamento romano costruito a 30 miglia (Tricesimum o Tricensimum) da Aquileia, citato nell'Itinerarium Antonini Augusti del terzo secolo d.C. ma probabilmente...

  • Castello di Udine

    Il castrum Utini è citato per la prima volta nel 983, allorché fu donato dall'imperatore Ottone II al patriarca d'Aquileia Rodoaldo. Il vecchio castello, a partire dal Duecento sede principale del patriarca,...

  • Castello di Villafredda (Tarcento)

    Situato in posizione un po' discosta lungo la strada che anticamente congiungeva Udine a Tarcento e a Gemona, il castello di Villafredda si suppone sorto sulle basi di un antico fortilizio, probabilmente...

  • Castello di Villalta (Fagagna)

    Sulle rovine di un castelliere di epoca remota e di un fortilizio di probabile origine romana, le cui tracce sono oggi ancora visibili, sorge quello che è considerato uno dei più suggestivi castelli...

  • Castello di Zegliacco (Treppo Grande)

    Documentato fin dall'anno 1174 quando, per la prima volta, troviamo citato Heidenrico di Zelaco, il castello sorse probabilmente sulle fondamenta di un'opera fortificata antica posta a guardia della romana...

  • Castello di Zucco (Faedis)

    Il castello fu costruito dai signori di Cucagna e, assieme a questa rocca, costituiva un imponente sistema fortificato che iniziava dalla radice del monte con un piccolo avamposto e arrivava fino ad una...

  • Castello di Zuccola (Cividale del Fr.)

    Il castello di Zuccola, edificato sopra una delle prime colline a nord di Cividale, probabilmente su un originario posto d'osservazione tardo-antico munito di torre d'avvistamento, fu raso al suolo nel...

  • Castello di Zuglio

    Abitato sin dal 500 a.C, Julium Camicum ben presto, vista la sua importanza strategica, si elevò a Municipium e attraverso la sua autonomia amministrativa la cittadinanza fu iscritta alla Tribus Claudia...

  • Castelraimondo (Forgaria)

    Quello che noi oggi vediamo di Castelraimondo è forse solo una parte dei tre fortilizi che un tempo furono eretti sullo sperone che domina da un lato l'Arzino e dall'altro una parte del corso del Tagliamento,...

  • Centa di Joannis (Aiello del Friuli)

    La Centa di Joannis è un interessante esempio di architettura fortificata, di origine medievale. Il sito, ricco di fascino e di mistero, sorge sui resti di un insediamento del 900 d.C. come testimoniano...

  • Chiesa Fortificata di San Giovanni d'Antro (Pulfero)

    La cappella di San Giovanni d'Antro, opera abbastanza insolita nello specifico dell'architettura fortificata friulana, più che un castello in senso stretto risulta essere una chiesa fortificata. Edificata...

  • Città Fortificata di Aquileia

    Aquileia fu fondata nel 181 a.C, per volere del senato romano, a protezione del confine nord-orientale dell'Impero minacciato dai barbari. Divenuta capitale della decima regione Venetia et Histria, subì...

  • Città Fortificata di Cividale

    Ricchissima di storia, Cividale (Civitas Austriae) ha origini remote risalenti alla Preistoria. Il sito, presso il fiume Natisone, ospitò un insediamento celtico, documentato dall'ipogeo ancor oggi visibile,...

  • Città Fortificata di Palmanova

    Il 7 ottobre 1593, ormai perduta l'importante piazzaforte di Gradisca, nel giorno del 22° anniversario della battaglia di Lepanto, fu firmato, nel vicino castello di Strassoldo, l'atto di fondazione...

  • Città Fortificata di San Daniele del Friuli

    Esistente sicuramente da prima del 1267, si sa che era insediato nella parte più alta del colle, dove vi è ancora la torre adattata a campanile. Dalla descrizione di Girolamo Sini apprendiamo che nel...

  • Città Fortificata di Venzone

    Pur supponendo un'origine romana, il primo documento riguardante Venzone risale al 923 nel quale vengono citate le "clausas de Abincione", denunciando fin da allora la presenza di una dogana....

  • Forte di Marano (Marano Lagunare)

    Girolamo di Porcia scriveva nel secolo XVI che Marano è «luogo tortissimo di muraglia, terrapieni, fosse larghissime dove entra la Marina. Vi si accedeva da terra per una sola strada e da 5 parti...

  • Forte Hensel (Malborghetto)

    Posto su un picco roccioso a controllo della via che conduceva a Tarvisio, lungo la sponda del fiume Fella, oggi questo fortilizio è in totale stato di abbandono. «L'unica strada lungo la quale sono...

  • Forte La Chiusa (Chiusaforte)

    Di questo fortilizio oggi non sopravvive che la memoria storica, visto che non rimane nulla delle antiche strutture murarie. Lo abbiamo tuttavia inserito nella presente pubblicazione perché nel passato...

  • Fortezza di Osoppo

    "Osoppo Castello e Fortezza, posta sopra un colle in una campagna sopra il Tagliamento sotto i monti, ma tanto lontano da essi che non si può batter da niuna parte", così Girolamo di Porcia descriveva...

  • Fortilizio di Portis (Venzone)

    In località Portis, un chilometro e mezzo circa a nord di Venzone, sui due lati della superstrada per Stazione Carnia, a difesa della strettoia fra il Tagliamento e le pendici del monte Plauris, sotto...

  • Palazzo Fortificato di Ariis (Rivignano)

    Nel 1267, Gebardo di Wrusperg riceve il fortilizio in feudo d'abitanza per sé e per il fratello Enrico dal patriarca d'Aquileia Gregorio di Montelongo e nel 1296 il patriarca Raimondo della Torre ne...

  • Palazzo Fortificato Steffaneo Roncato di Crauglio (S.Vito al T.)

    La famiglia Steffaneo è sempre stata legata alla Casa d’Austria. Per questo motivo quando nel 1615 scoppiò la guerra fra Austria e Venezia, Nicolo I Steffaneo, si rifugiò nella fortezza di Gradisca...

  • Palazzo Fortificato Valesio Calice (Paularo)

    I Calice, nobili tolmezzini e baroni del S.R.I., si stanziarono nella valle d'Incaroio nella seconda metà del Cinquecento, probabilmente mandati dalla Serenissima per sovrintendere allo sfruttamento...

  • Palazzo Manin Antonini (Moruzzo)

    Nel 1620 Hieronimus Santonini, uno dei quattro consorti del feudo d’abitanza di Fagagna, ormai vecchio e ridotto in miseria, cede la sua caratura a Orazio Manin la cui famiglia, originaria della...

  • Palazzo Romano (Case di Manzano)

    Accanto alla chiesa di Case di Manzano, ai piedi della nota Abbazia di Rosazzo, sorge Palazzo Romano sulle vestigia di un più antico maniero. L'edificio caratterizzato da una particolare porta di ingresso...

  • Rocca Bernarda (Premariacco)

    Il colle sul quale fu edificata Rocca Bernarda, anticamente si chiamava Azzano, probabilmente dal nome di un colono romano (Azzio). Feudo del patriarcato aquileiese, fu in séguito donato alla comunità...

  • Santuario di Castelmonte (Prepotto)

    Il sito probabilmente fu abitato fin da epoca romana, soprattutto per la posizione dominante e sicura, e forse ospitò un luogo di culto paleocristiano fin dal quinto-sesto secolo. Citato per la prima...

  • Torre di Brazzacco inferiore (Moruzzo)

    Si trova a poche centinaia di metri in linea d'aria dal castello di Brazzacco superiore e fino agli inizî del secolo XV appartenne ad un ramo della medesima famiglia. Passato ai signori di Tricano-Moruzzo,...

  • Torre di Gramogliano (Corno di Rosazzo)

    Il sito risulta già citato nel 1247 in una controversia contro l'abbazia di Rosazzo, mentre pochi decennî dopo incominciano a venire nominati i signori di Gramogliano, protagonisti fino alla prima metà...

  • Torre di Mels (Colloredo di Monte Albano)

    Costruito tra il 1026 e il 1045, il castello di Mels fu dato in feudo dal conte del Tirolo, rappresentante dell'imperatore Corrado II, alla famiglia dei Waldsee, che da qui acquisirono il nuovo predicato,...

  • Torre di Tarvisio

    Secondo Paolo Santonino (1485-87), la chiesa di Tarvisio poteva contare su valide difese, costituite da una cinta murata provvista di fossato, torrioni e bastioni; in mezzo svettava la torre campanaria,...

  • Torre Moscarda (Paluzza)

    Anche se citato per la prima volta nel 1264, il castrum Muscardum sorse probabilmente su preesistenze romane, soprattutto a controllo della strada che portava all'importante passo di Monte Croce. Per questo...

  • Torre Picotta (Tolmezzo)

    Già nel 1258 Tolmezzo godeva di una certa indipendenza se il patriarca Gregorio di Montelongo concedeva alla cittadina il privilegio di ospitare un mercato. Lo sviluppo della città condusse all'erezione...

  • Villa Fortificata di Flambruzzo (Rivignano)

    Villa Codroipa, poi Rota, attualmente proprietà dei duchi Badoglio, si erge sul sito d'un castello forse identificabile con il medievale Castellutto. La prima traccia storica risale al 1258, anno in...